Apple rimuove l'App di Wikileaks dall'App Store
- Ciao Mondo

Che le grandi compagnie Americane avessero paura, o meglio fossero sottomesse allo stato degli Stati Uniti, non è una novità. L'ultimo calcio nei denti all'ormai famoso sito arriva proprio dall'amata e odiata Apple.

Questa volta avrà molto di più da farsi perdonare che il semplice mal funzionamento dell'antenna. Tanto si tratta solo di un cellulare, non per forza deve chiamare, ci sono delle magnifiche App. Beh, a quanto pare pure sulle App, Apple sta facendo cilecca.


Rimuovere un Applicazione perché dice la verità, anche se scomoda non farà certo onore alla Apple. Ma che Apple non avesse onore, questo lo ha dimostrato con il poco rispetto verso i suoi clienti, che a quanto pare sono masochisti e li piace essere sottomessi.

Apple, ha rimosso l'applicazione che si connetteva a Wikileaks, la quale erogava in tempo reale il contenuto del sito, con anche ricerche di tutto ciò che era pubblico. L'applicazione è stata rimossa perché a quanto pare dei 1,99 dollari del costo dell'App, 1 dollaro andava a favore di Wikileaks per le sue cause.

Vedremo se anche la Apple sarà soggetta ad attacchi da parte di hacker, come già successo per altri, come per esempio Visa, PayPal e Amazon che hanno subito solo un denial of service, purtroppo, purtroppo perché non danneggia le suddette ditte ma gli utilizzatori. Beh, Apple potrebbe meritarsi un bel virus, che ne dite?


Foto, immagini o galleria fotografica:


Fonte